Spremitura punti neri: dritte e consigli per evitare disastri

Spremitura-punti-neri

La spremitura dei punti neri viene spesso effettuata nel modo sbagliato e questo non fa che peggiorare l’aspetto del viso, provocando arrossamenti, irritazioni e nei casi peggiori una bella infezione. Questi inestetismi dovuti ad impurità della pelle sono un vero problema per moltissime donne, perchè di certo non sono belli da vedere. Quando però ci si accanisce nel modo sbagliato effettuando una spremitura dei punti neri esageratamente aggressiva, si finisce con il peggiorare le cose. Per questo motivo è bene affidarsi ai consigli degli esperti, cercando di seguire passo passo il procedimento che indicano loro.

Eliminare i punti neri da viso infatti non è particolarmente difficile, ma se non si segue la procedura corretta si rischia davvero di fare un disastro! Oggi vi daremo alcune dritte per evitare di peggiorare la situazione e togliere queste impurità dal viso in tutta sicurezza, ottenendo un risultato professionale.

Spremitura punti neri: come preparare la pelle

Innanzitutto, è importante ricordare che prima della vera e propria spremitura dei punti neri bisogna preparare la pelle e dilatare i pori del viso, in modo che si allarghino e riescano ad espellere più facilmente le impurità. Come fare? Facilissimo: è sufficiente lavare il viso con acqua bella calda o anche semplicemente fare una doccia. Il vapore aiuta moltissimo a dilatare i pori della pelle, ma non è sufficiente.

Una volta lavato il viso con acqua calda, conviene stendere uno strato di crema idratante dopodichè gli esperti consigliano di applicare una pellicola intorno alla zona da trattare. In questo modo infatti il calore viene trattenuto ed i pori si dilatano ancora di più.

Come spremere i punti neri nel modo corretto

Una volta preparata la pelle e dilatati i pori del viso, possiamo procedere con la spremitura dei punti neri che di per sè non è difficile ma che richiede comunque alcune attenzioni. E’ infatti proprio in questo momento che si rischiano di fare danni e se non volete ritrovarvi con un viso pieno di bolli rossi è meglio seguire le indicazioni degli esperti.

Prima di tutto, è sempre consigliabile indossare dei guanti o utilizzare dei dischetti struccanti in modo da non toccare direttamente i pori con le mani. Questo ci consente di evitare infezioni o irritazioni.

Per la spremitura vera e propria, bisogna porre le dita ad una certa distanza del punto nero in modo da fare pressione sulla pelle circostante: sul viso bastano 1 cm per lato. Si procede quindi con lo schiacciamento, che però deve essere effettuato spostando di volta in volta le dita e non rimanendo nella stessa posizione. Bisogna quindi ruotare le dita intorno al punto nero, premendo la pelle circostante fino a quando non fuoriesce il punto nero.

Se dopo 3 tentativi non si riesce ad estrarre, non vale la pena insistere oltre. E’ vero che in alcuni casi si riesce ad eliminare il punto nero, ma se ci si accanisce troppo si rischia di far fuoriuscire anche sangue e creare un’infezione. Per non fare disastri quindi è sempre meglio limitarsi a 3 tentativi ed eventualmente riprovare dopo qualche giorno.